Un dispositivo che permette di superare la “distanza” imposta dal Covid-19 tra l’ospite delle RSA e i suoi cari. Angelo deve il suo nome al centocinquenne per cui è stato inventato e si pone come un "angelo custode" in grado di accompagnare gli anziani durante le conversazioni con i loro parenti.

L’emergenza COVID-19 ha inizialmente provocato molte vittime nelle RSA italiane e successivamente decretato il blocco delle visite dei familiari per quasi tre mesi.

È risaputa la fragilità degli ospiti delle case di cura e di quanto siano fondamentali per il loro equilibrio psicologico le visite dei propri familiari. Una carezza, un abbraccio o un sorriso aiutano a superare le difficoltà quotidiane. La riapertura delle RSA è ora caratterizzata da protocolli di sicurezza che impediscono queste modalità di contatto a causa del distanziamento sociale e delle mascherine.

Oggi ai parenti degli ospiti è permesso far loro visita mantenendo, però, durante gli incontri, una distanza di 2 metri garantita spesso da tavoli o installazioni. Queste barriere, aggiunte all'uso obbligato di mascherina che impedisce la lettura del labiale, rendono difficoltosa la comunicazione. Considerando le difficoltà degli anziani con deficit ipoacusico a instaurare comunicazioni coinvolgenti anche prima di questi impedimenti, è facile immaginare quanto queste dinamiche siano emotivamente isolanti per loro.

Riuscire a superare le barriere, almeno dal punto di vista acustico, è stato l'obiettivo di Luciano Fumagalli che è riuscito a far tornare il sorriso sul volto di suo suocero Angelo (105 anni) permettendogli di tornare a sentire e capire la voce dei suoi cari.

DISTANZA

2

Apertura delle RSA alle visite familiari

distanziamento sociale di 2 metri tra l'anziano e i suoi cari.

PROBLEMA

Insorgere della problematica

difficoltà di ascolto da parte di anziani ipoacusici a causa della distanza fisica e delle mascherine.

3

SOLUZIONI

PALLIATIVE

4

Comunicazioni improvvisate 

es. cartelloni, lavagnette, ...

Progettazione del dispositivo tecnico

da parte di Luciano Fumagalli, genero di Angelo Consonni (105 anni) ospite della RSA di Capriate San Gervasio.

5

PROVE

6

Prototipazione e utilizzo di Angelo,

dispositivo di amplificazione vocale.

DESIGN

Progettazione del design del prodotto

da parte di Storie Design Studio.

7

Produzione e diffusione del prodotto.

PRODUZIONE

8

IDEA

LOCKDOWN

Emergenza Covid-19 e chiusura RSA

1

 
 
 

Partendo dalla necessità di ottenere un prodotto che fosse facilmente accettabile a livello visivo dagli anziani, Storie Design Studio ha progettato una scocca per il sistema ideato da Luciano Fumagalli. Linee sinuose e colori tenui sono le caratteristiche attribuite al prodotto, oltre a uno studio di una user experience che ha portato alla progettazione di un microfono ergonomico, a un'interfaccia intuitiva destinata al visitatore e a un sistema di avvolgimento del cavo del microfono semplice e ordinato.

 
 

Contribuisci a diminuire la distanza tra gli ospiti delle RSA e i loro cari.

Hanno bisogno di te!

Angelo necessita di fondi per essere prodotto serialmente, di un'azienda che accolga l'idea e di chiunque possa divulgare l'importanza del suo utilizzo. Se hai modo di aiutarci contattaci e insieme riusciremo a diffondere Angelo, aiutando così gli anziani delle case di riposo. Anche il passaparola è fondamentale: un post su instagram o su facebook può aiutarci più di quanto pensi.

 
DesignForEmergency.png
WhatsApp Image 2021-01-14 at 11.49.56.jp
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter - Black Circle
Whadda_purple_logo.jpg